Archivi categoria: Dolci

Un compleanno da ricordare…

Ciao a tutte/i è da un po’ che non ci sentiamo perché quelli passati, sono stati giorni di festa, di trambusto, di mille cose da fare: si è sposata una di noi e nello specifico Valentina. E già finalmente si è decisa e ha voluto fare del suo compagno un uomo onesto ;)…. così il 21 settembre, equinozio d’autunno (non sono romantici?) si sono detti SI attorniati dall’affetto delle loro famiglie <3…..eccoli qua non erano carini?

29815_10201199458402740_121868157_n

Di solito dalle nostre parti, quando si festeggia un compleanno o un evento in generale, il dolce per eccellenza è la PIZZA DOLCE ed è proprio quello che abbiamo fatto in occasione del compleanno di uno dei nostri cugini Alex che ha compiuto 11 anni. Il nostro festeggiato non è un bambino qualunque, non ama i videogames o la televisione, il tempo libero che ha lo passa all’aria aperta perché è un appassionato di agricoltura, animali e trattori, perciò abbiamo voluto personalizzare la sua torta in questo modo…….

INGREDIENTI: pan di spagna di 1 Kg; 16 uova, 2 litri di latte, 30 cucchiai di zucchero, 8 cucchiai di farina, caffè, mandorle tostate, cioccolata fondente, maraschino, alchermes, panna.

PER DECORAZIONI: pasta di zucchero, nutella, Kit Kat, polistirolo, gelatina alimentare

Tagliare il pandispagna ricavando 3 dischi, bagnare il primo disco con l’alchermes diluito con acqua e zucchero e stendere il primo strato di crema gialla (la ricetta qui);

2

procedere con il secondo strato bagnandolo con caffè allungato con acqua, zucchero e maraschino, stendere la crema nera (ottenuta con l’aggiunta alla crema gialla di cioccolato fondente, una tazzina di caffè e mandorle tostate e tritate);

13

posizionare l’ultimo disco, bagnarlo con acqua, zucchero e maraschino e ricoprire la torta con un sottile strato di panna.

4

Le decorazioni della torta sono opera delle mani d’oro di Alessia che ha voluto ricreare per il nostro cuginetto, una fattoria degli animali 😉

5

6

7

8

Ed ecco il nostro festeggiato <3<3<3

9

Ci saranno altre torte e dolci con la pasta di zucchero e speriamo di poterne spiegare nei prossimi post, il procedimento nel dettaglio 🙂 .

Una bella sorpresa

versitle-blogger-1

Ringraziamo di vero cuore la bravissima food blogger sonnatapaperoga per la graditissima nomination al premio “versatile blogger”.

Le regole per accettare questo premio sono:

  • Mostrare il logo dell’award sul blog;
  • Ringraziare il blogger che ti ha nominato;
  • Nominare altri quindici blog;
  • Mettere il link dei tuoi nominati nel post e informarli del premio con un commento;
  • Scrivere sette cose su di te.

Di seguito vi elenchiamo le nostre nomination:

http://mycakeisluka.com/

http://gikitchen.wordpress.com/

http://amorezuccheroecannella.wordpress.com/

http://draghettaincucina.wordpress.com/

http://lacucinadimafalda.wordpress.com/

http://dolcipensieri.wordpress.com/

http://chetelocucinoafare.com/

http://inesweb.wordpress.com/

http://appuntidiunappassionata.wordpress.com/

http://ideeintavola.wordpress.com

http://paroledizucchero.com/

http://kuricettario.com/

http://kiaraskitchen.wordpress.com/

http://bibikitchen.it/

http://merendasinoira.wordpress.com/

Sette cose su di noi:

  1. Siamo tre sorelle e viviamo in tre città diverse;
  2. una di noi è una psicologa, le altre due estetiste;
  3. abbiamo il pallino del cibo e siamo super golose;
  4. ci piace creare sempre qualcosa di nuovo che sia un piatto, un centrotavola, un addobbo….;
  5. litighiamo spesso e volentieri ma non ci portiamo il broncio per troppo tempo;
  6. amiamo gli animali soprattutto i cani: ne abbiamo infatti due, Cuba e Luna;
  7. adoriamo leggere, andare al cinema, ascoltare musica, visitare mostre e viaggiare .

Mini Menù: DIETA NON FAI PER ME

                                      Immagine

Sono ancora a dieta…meno a dieta..

Io ci provo a resistere, ve lo giuro!

E’ solo che, da quando è iniziata questa avventura culinaria, chi ce la fa più a resistere a tristi petti di pollo alla griglia e ad insalate scondite?

Così, ho deciso di mangiare poco, meno condito ma bene!

Il problema è che il cibo per me è troppo importante…io cucino da quando avevo 8 anni!

A 8 anni ho fatto la mia prima pasta all’uovo. A 11 anni cucinavo per 5 persone ( le mie sorelle Valeria e Alessia e i miei genitori che lavoravano).

Mi son laureata in psicologia è la mia tesi si intitolava : A tavola con gli Dei – Gli archetipi della nostra alimentazione.

Ogni Domenica, come ho anche accennato nell’About , torno a casa dei miei genitori e l’argomento prediletto è il cibo!

Che vita monotona direte voi! Invece ammetto che è una vita piena di calore (oltre che calorie), piena di passione (oltre che di cellulite)!

Eppoi cosa fa sentire più unita una famiglia se non una tavola imbandita, ridere, scherzare, a volte litigare…ma soprattutto mangiare?

Ecco qui che oggi sarò più generosa e vi proporrò un mini menù. Un primo ed un secondo.

Il menù lo chiamerò DIETA NON FAI PER ME e racchiuderà due ricette tipiche italiane, mooooolto mediterranee.

SPAGHETTI ALLA PUTTANESCA (per 2)

  • 160 Gr di spaghetti n°5
  • Olive nere
  • 10/15 pomodori ciliegini
  • capperi un cucchiaio
  • acciughe (2 o 3)
  • aglio
  • basilico
  • olio evo

PREPARAZIONE:

Veloce e semplicissima. Tritate finemente l’aglio, fatelo soffriggere in olio. Aggiungete i pomodorini spezzati, le olive e i capperi. In seguito schiacchiate i tre filettini di acciughe e aggiungete al sughetto. Mantenere a fuoco dolce per 10 minuti. Aggiungere il basilico fresco. Lessare la pasta e mantecarla nel sughetto.

Immagine

FRIARELLI E TONNO (MEDITERRANEA MANIERA)

  • Una ventina di peperoni friarelli
  • Due scatolette medie di tonno
  • uovo
  • Pane raffermo
  • prezzemolo
  • sale
  • olive
  • capperi
  • pomodori maturi 2

PREPARAZIONE:

Di questa ricetta, non so dirvi le dosi. L’ho fatta così ad occhio.

Ho preso il tonno, l’ho sgocciolato e l’ho mischiato ad un uovo e alla mollica di mezzo filoncino di pane raffermo. La mollica è stata prima ammorbidita nell’acqua e poi strizzata. Ho mischiato ed ho aggiunto alla farcia il prezzemolo e le olive nere tritate finemente.

Successivamente ho lavato i peperoni lasciando intatta la testa incidendoli lateralmente e aiutandomi con l’indice li ho ripuliti dei semi e dei filamenti.

Ho riempito i peperoni con la farcia di tonno e olive nere.

Ho preso una “tiella” 😉 di coccio e li ho adagiati uno affianco all’altro. Ho aggiunto un cucchiaio abbondante di  capperi, altre olive nere (intere) e dei pomodorini.

Alla fine ho spolverato il tutto con un pizzico di sale e con un filo di olio evo.

Infornare a 180° per 45 minuti.

Immagine               Immagine

E come diceva la grande Julia Child: BON APPETIT!!

P.S. Dimenticavo…forse si è capito…sono Valentina!

Me, myself and I ed una crostata golosissima!

valeria

Ciao a tutti! questa volta non ci sarà una presentazione ad anticiparvi chi di noi tre realizzerà il post ma una nostra foto (abbiate pietà vi prego!!!). Sono di nuovo tornata e anche questa volta vi parlo di un dolce e nello specifico di una crostata con crema alla nocciola e crema pasticcera preparata in occasione dell’inaugurazione del negozio di una mia cara amica estetista.

Ingredienti pasta frolla:

2 uova intere + 1 tuorlo, 100 gr di burro, 100 gr di zucchero, 350 gr di farina, 1 bustina di lievito.

Ingredienti crema pasticcera:

400 ml di latte, 3 tuorli, 5 cucchiai di zucchero, 1 cucchiaio e 1/2 di farina, buccia di limone, cannella.

Un barattolo di crema alla nacciola

Preparazione:

Unire alle uova lo zucchero, il burro a temperatura ambiente, farina e lievito setacciati ed impastare fino ad ottenere un composto liscio ed omogeneo. Riporre il composto in frigo per circa mezz’ora.

1

In una ciotola, sbattere i tuorli con lo zucchero fino ad ottenere una cremina spumosa ed in seguito,  incorporare la farina setacciata. Posizionare in un pentolino il latte con la buccia di un limone ed un bastoncino di cannella; appena il latte sfiora il bollore, far scendere all’interno il composto di uova, zucchero e farina girando energicamente onde evitare grumi. La crema si addenserà in pochi secondi.

2

Mentre la crema si raffredda, riprendere l’impasto della pasta frolla e con una metà foderare una teglia facendo dei buchi sul fondo con una forchetta.

3

Riempire con un primo strato di crema alla nocciola ed in seguito con la nostra crema pasticcera.

4

Ricoprire la crostata con l’impasto rimanente facendo aderire al meglio i lembi dei due dischi oppure ritagliare delle striscioline di pasta e decorare a piacimento. Infornare la Torta a 180° per 30 minuti circa.

5

Questa crostata può avere diverse varianti a seconda ovviamente dei gusti. Nostro padre ad esempio, preferisce la versione marmellata ai frutti di bosco e crema pasticcera…..a voi la scelta! 🙂

Che l’avventura abbia inizio!

Questo è il primo post che viene scritto e non poteva che uscire dalla penna (opsss tastiera) della prima delle tre sorelle sopracitate e cioè la prima delle Vale che in questo caso sta per Valeria.

Mi presento, come già detto mi chiamo Valeria, ho trentadue anni e nel corso della vita sono stata un pò di tutto:  figlia, sorella, studentessa, impiegata, insegnante (davo ripetizioni), babysitter, estetista (da poco specializzata) ma soprattutto lettrice accanita (prediligo i classici inglesi), cinefila dalle fasce, patita di musica rock indipendente e con una propensione genetica a tutto ciò che è dolce.

In questo nostro blog infatti, mi occuperò principalmente di dolci leccornie e nel caso specifico di una golosissima torta di mele e amaretti …enjoy it!!!

INGREDIENTI:

  • 250 gr di farina
  • 8 amaretti di Sassello
  • 250 gr di farina
  • 350 gr di zucchero ( 250 gr da utilizzare nell’impasto, la restante parte è per le mele)
  • 100 gr di burro + una noce per ungere lo stampo
  • 1 bicchiere di latte
  • 1 uovo intero
  • 1 tuorlo
  • 1 bustina di lievito
  • 1 bicchierino di Alchermes o altro liquore dolce
  •  zucchero a velo

PREPARAZIONE:

Mettete in una terrina 250 gr di zucchero, un pizzico di sale, l’uovo e il tuorlo e lavorateli molto bene. Sciogliete il lievito nel latte a temperatura ambiente, unitelo alla farina e quindi all’emulsione di uova e zucchero, mescolando in modo da non far formare grumi. Sbucciate le mele, eliminate il torsolo e tagliatele a fettine sottili. Imburrate uno stampo a cerniera di 26 cm di diametro e versatevi una parte del composto, stendetevi uno strato di mele, sbriciolatevi sopra uno o due amaretti e spolverizzate di zucchero (circa 20/25 gr). Ripetete l’operazione e terminate di riempire con uno strato di fettine di mela su cui verrà versato 100 gr di burro fuso e il bicchierino di liquore. Cuocete il dolce in forno preriscaldato a 200° C per circa 60′ e servitelo spolverizzato di zucchero a velo.

Tortameleeamaretto2                        TortaMeleeAmaretto

La torta è stata un successo: Pater, Mater, zia (una delle tante), cognatoM e l’altra Vale l’hanno promossa a pieni voti quindi sarà sicuramente un dolce da ripetere e gustare magari prima di una luuuunga passeggiata per scongiurare gli odiati sensi di colpa…… anche se alla fine come cantano gli Strokes, SI VIVE SOLO UNA VOLTA!  🙂                                                                                                                                                 

Jung Italia

Blog di Psicologia Analitica e Moderna

design outfit

un vestito per la casa

The Blonde Alchemist

"I will never change"

unaeccezione

... avessi più tempo sbaglierei con più calma.

Ostriche

Laboratorio di cucina e altre storie

L'eleganza dell'orca

bianco, nero e sinuoso.

♥L'Estetista Expat♥

Un'estetista tra i mulini

La cucina di Mafalda

In cucina con la Riki

GourmetGabriella

Abbandonarsi ai Piaceri per ritrovare il Benessere

memoriediunavagina

m'hanno detto che essere donna è bello, ma nella prossima vita preferirei rinascere maschio, magro e superdotato

Chetelocucinoafare!

Pappa per tutti

MARITO ALLA PARMIGIANA

Un uomo di casa in Cucina!

Dolcipensieri's Weblog

Il blog di Serena Crivelli

kuricettario

ricette distratte

La dispensa verde

Ritorno agli antichi saperi della cucina

(forse) Si.Può.(ri)Fare!

Vivere da sola in Italia, a 25 anni, con 450 euro al mese e a impatto zero.