Archivio mensile:luglio 2013

Celiaca o non celiaca? Nel dubbio oggi ricetta gluten free!

uff

In questi giorni, sopra casa nostra, c’è un bel nuvolone nero che copre il sole, il motivo? Forse sono celiaca Ahhhhhhhhhhhhhhhhhhhh!!!! Il primo pensiero coerente dopo la quasi diagnosi del dottore è stato: e adesso la mia cucina, le mie torte, le mie ricette? Insomma una tragedia!!! In mio soccorso è arrivato Maritozzo che tornando a casa da lavoro, mi ha riportato ben tre libri di ricette gluten free facendomi capire che ci sono delle buonissime alternative anche seguendo questa dieta. Quindi, in attesa di un responso certo, ho deciso di dedicare in questo nostro blog, uno spazio per golose ricette senza glutine iniziando da una cocotte di zucchine e bechamelle!

INGREDIENTI:

800 gr di zucchine, 1 cipolla, 100 gr di parmigiano reggiano, olio evo

BECHAMELLE:

50 gr di burro, 40 gr di fecola o maizena, 500 cl di latte, noce moscata

PREPARAZIONE:

Lavare le zucchine e tagliarle a rondelle, tritare la cipolla finemente e in una padella capiente, farle stufare (o soffriggere) con un po’ d’olio. Aggiungere le zucchine, salarle e farle dorare.

FotoFlexer_Photo

Nel frattempo preparare la bechamelle: in un pentolino scaldare il latte, senza farlo bollire, e spegnerlo. In un altro pentolino, sciogliere il burro a fiamma bassissima, unire la farina e un pò di latte e far sciogliere finché il composto risulti omogeneo. Togliere dal fuoco e unire il restante latte a filo mescolando con una frusta per evitare grumi. Aggiungere la noce moscata e il sale e riposizionare sul fornello a fiamma bassa continuando a mescolare finché il composto non arrivi a bollore. Proseguire fino a quando la bechamelle non avrà la giusta densità (circa 7-10 min), togliere dal fuoco aggiungendo una parte di parmigiano. Lasciare intiepidire.

FotoFlexerxcv_Photo

In cocotte monoporzioni formate degli strati cominciando con la bechamelle e alternando con le zucchine. Chiudere con una spolverata di parmigiano abbondante e delle foglie di basilico.

FotoFlesdfghjxer_Photo

Mettere in forno a 180° per 20/25 minuti o fino a quando non si doreranno. Servire tiepidi.

FotoFfghjkl.lexer_Photo

Ricetta davvero gustosa anche per chi non ha problemi di celiachia, provare per credere! 😉

Ah a proposito quella sopra sono io e ovviamente mi trovavo in un ristorante con Maritozzo per provare qualche nuova prelibatezza…..che ci volete fare per noi il buon cibo è proprio un pensiero fisso!

 

Mini Menù: DIETA NON FAI PER ME

                                      Immagine

Sono ancora a dieta…meno a dieta..

Io ci provo a resistere, ve lo giuro!

E’ solo che, da quando è iniziata questa avventura culinaria, chi ce la fa più a resistere a tristi petti di pollo alla griglia e ad insalate scondite?

Così, ho deciso di mangiare poco, meno condito ma bene!

Il problema è che il cibo per me è troppo importante…io cucino da quando avevo 8 anni!

A 8 anni ho fatto la mia prima pasta all’uovo. A 11 anni cucinavo per 5 persone ( le mie sorelle Valeria e Alessia e i miei genitori che lavoravano).

Mi son laureata in psicologia è la mia tesi si intitolava : A tavola con gli Dei – Gli archetipi della nostra alimentazione.

Ogni Domenica, come ho anche accennato nell’About , torno a casa dei miei genitori e l’argomento prediletto è il cibo!

Che vita monotona direte voi! Invece ammetto che è una vita piena di calore (oltre che calorie), piena di passione (oltre che di cellulite)!

Eppoi cosa fa sentire più unita una famiglia se non una tavola imbandita, ridere, scherzare, a volte litigare…ma soprattutto mangiare?

Ecco qui che oggi sarò più generosa e vi proporrò un mini menù. Un primo ed un secondo.

Il menù lo chiamerò DIETA NON FAI PER ME e racchiuderà due ricette tipiche italiane, mooooolto mediterranee.

SPAGHETTI ALLA PUTTANESCA (per 2)

  • 160 Gr di spaghetti n°5
  • Olive nere
  • 10/15 pomodori ciliegini
  • capperi un cucchiaio
  • acciughe (2 o 3)
  • aglio
  • basilico
  • olio evo

PREPARAZIONE:

Veloce e semplicissima. Tritate finemente l’aglio, fatelo soffriggere in olio. Aggiungete i pomodorini spezzati, le olive e i capperi. In seguito schiacchiate i tre filettini di acciughe e aggiungete al sughetto. Mantenere a fuoco dolce per 10 minuti. Aggiungere il basilico fresco. Lessare la pasta e mantecarla nel sughetto.

Immagine

FRIARELLI E TONNO (MEDITERRANEA MANIERA)

  • Una ventina di peperoni friarelli
  • Due scatolette medie di tonno
  • uovo
  • Pane raffermo
  • prezzemolo
  • sale
  • olive
  • capperi
  • pomodori maturi 2

PREPARAZIONE:

Di questa ricetta, non so dirvi le dosi. L’ho fatta così ad occhio.

Ho preso il tonno, l’ho sgocciolato e l’ho mischiato ad un uovo e alla mollica di mezzo filoncino di pane raffermo. La mollica è stata prima ammorbidita nell’acqua e poi strizzata. Ho mischiato ed ho aggiunto alla farcia il prezzemolo e le olive nere tritate finemente.

Successivamente ho lavato i peperoni lasciando intatta la testa incidendoli lateralmente e aiutandomi con l’indice li ho ripuliti dei semi e dei filamenti.

Ho riempito i peperoni con la farcia di tonno e olive nere.

Ho preso una “tiella” 😉 di coccio e li ho adagiati uno affianco all’altro. Ho aggiunto un cucchiaio abbondante di  capperi, altre olive nere (intere) e dei pomodorini.

Alla fine ho spolverato il tutto con un pizzico di sale e con un filo di olio evo.

Infornare a 180° per 45 minuti.

Immagine               Immagine

E come diceva la grande Julia Child: BON APPETIT!!

P.S. Dimenticavo…forse si è capito…sono Valentina!

Me, myself and I ed una crostata golosissima!

valeria

Ciao a tutti! questa volta non ci sarà una presentazione ad anticiparvi chi di noi tre realizzerà il post ma una nostra foto (abbiate pietà vi prego!!!). Sono di nuovo tornata e anche questa volta vi parlo di un dolce e nello specifico di una crostata con crema alla nocciola e crema pasticcera preparata in occasione dell’inaugurazione del negozio di una mia cara amica estetista.

Ingredienti pasta frolla:

2 uova intere + 1 tuorlo, 100 gr di burro, 100 gr di zucchero, 350 gr di farina, 1 bustina di lievito.

Ingredienti crema pasticcera:

400 ml di latte, 3 tuorli, 5 cucchiai di zucchero, 1 cucchiaio e 1/2 di farina, buccia di limone, cannella.

Un barattolo di crema alla nacciola

Preparazione:

Unire alle uova lo zucchero, il burro a temperatura ambiente, farina e lievito setacciati ed impastare fino ad ottenere un composto liscio ed omogeneo. Riporre il composto in frigo per circa mezz’ora.

1

In una ciotola, sbattere i tuorli con lo zucchero fino ad ottenere una cremina spumosa ed in seguito,  incorporare la farina setacciata. Posizionare in un pentolino il latte con la buccia di un limone ed un bastoncino di cannella; appena il latte sfiora il bollore, far scendere all’interno il composto di uova, zucchero e farina girando energicamente onde evitare grumi. La crema si addenserà in pochi secondi.

2

Mentre la crema si raffredda, riprendere l’impasto della pasta frolla e con una metà foderare una teglia facendo dei buchi sul fondo con una forchetta.

3

Riempire con un primo strato di crema alla nocciola ed in seguito con la nostra crema pasticcera.

4

Ricoprire la crostata con l’impasto rimanente facendo aderire al meglio i lembi dei due dischi oppure ritagliare delle striscioline di pasta e decorare a piacimento. Infornare la Torta a 180° per 30 minuti circa.

5

Questa crostata può avere diverse varianti a seconda ovviamente dei gusti. Nostro padre ad esempio, preferisce la versione marmellata ai frutti di bosco e crema pasticcera…..a voi la scelta! 🙂

Risotto zafferano,scampi e zucchine

Ahhhhhhh finalmente sono arrivata anch’io come al solito sempre l’ultima!!! Sono Alessia ho 25 anni sono moglie di Andrea (calzolaio di San Giovanni Teatino-Chieti-) madre di Cuba una strana e dolce pincherina, estetista, calzolaia anch’io all’occorrenza e appena posso, cuoca per caso e per passione. Avete mai accudito o coccolato una pietanza mentre la stavate preparando e poi nella fase di cottura fatto il segno della croce come per dire “e adesso vai con il nome di dio”? Ecco io lo faccio, stupidamente, ma lo faccio :-), mi comporto come se fossi una madre apprensiva, sono sempre li a sorvegliare che tutto proceda bene e non so come, ma tutto ciò mi rilassa tremendamente :-). Questo primo piatto che ho deciso di preparare e’ per il mio “maritozzo” che ama il risotto, quindi risotto allo zafferano zucchine e scampi!!! Buon appetito;-)

Ingredienti e preparazione per 4 persone:

1)preparate 1 litro brodo vegetale

2)dorate uno scalogno in olio extra vergine d’oliva

3)Lavare un bel pugno di scampi e quattro panocchie e metterli in una padella con aglio e rosmarino chiudendo con il coperchio

pesce

4)Aggiungere 200 gr di riso nell’olio caldo e farlo tostare per un paio di minuti

5)Mantecare con il brodo e riaggiungerlo non appena il riso l’assorbe

6)Tagliare a listarelle una zucchina media

azucchine

7)A dieci minuti di cottura del riso aggiungere la zucchina e meta’ bustina di zafferano sciolta in un po’ di brodo

8)Aggiungere il sugo di scampi e panocchie nel riso ultimando la cottura

padella

9) ed infine impiattare

impiattato

 

 

Sformatino di zucchine, ricotta e speck

Ciao, io sono Valentina.

Tra le sorelle, la mezzana.

Alcune blogger forse mi conoscono già, visto che scrivo anche in un altro blog che racconta le mie vicissitudini, a volte un po’ tristi, di voler diventare mamma e di non poterlo essere in maniera naturale. Il blog in questione si chiama Tu vuoi figli? Io voglio solo figli e purtroppo la mia storia in questo momento si trova in un momento di stasi perchè dopo aver provato a diventare genitori con un tentativo di Fecondazione Assistita, abbiamo capito (io e myLove) che forse questa strada non fa per noi e che forse quella giusta, quella predestinata, è l’adozione. Per amore e in previsione di un’adozione, a Settembre ci sposiamo. Purtroppo però dopo essere ingrassata come una palla per gli ormoni che ho dovuto assumere, ora sono a dieta ferrea.
In questo blog, che racchiude la nostra passione per il cibo, cercherò di proporvi ricette “dietetiche” provando a non rinunciare al gusto.

Oggi, per l’appunto, vi offrirò un delizioso Sformatino di zucchine, ricotta e speck.
Procediamo subito con gli INGREDIENTI (per due persone):

  • 250 gr di ricotta di mucca
  • 2 tuorli d’uovo
  • due fette di speck tagliate spesse
  • 4 zucchine medie
  • due cucchiai di parmigiano reggiano
  • pan grattato

PREPARAZIONE:

Tagliate a fettine sottili le zucchine e grigliatele.

Immagine

In una ciotola mischiate alla ricotta i due tuorli d’uovo e le fettine di speck, tagliate a quadratini. Aggiungete alla farcia i due cucchiai di parmigiano grattugiato e un pizzico di sale se necessario.
Prendete 4 pirottini in acciaio  (in alternativa quelli usa e getta) , imburrateli internamente e spolverateli con del pan grattato.
Rivestite i pirottini con le zucchine grigliate e riempiteli internamente con la farcia di ricotta e speck.

Immagine

Chiudete gli stampini con le zucchine che avanzano dal bordo degli stampini.

Infornate a 180° per almeno 20 minuti.

Immagine

Io li ho divorati, sarà che in questo periodo ho tanta fame!! 🙂

Se replicate la ricetta, non mancate di farci sapere se vi è piaciuta…

BUON APPETTITO!!

Che l’avventura abbia inizio!

Questo è il primo post che viene scritto e non poteva che uscire dalla penna (opsss tastiera) della prima delle tre sorelle sopracitate e cioè la prima delle Vale che in questo caso sta per Valeria.

Mi presento, come già detto mi chiamo Valeria, ho trentadue anni e nel corso della vita sono stata un pò di tutto:  figlia, sorella, studentessa, impiegata, insegnante (davo ripetizioni), babysitter, estetista (da poco specializzata) ma soprattutto lettrice accanita (prediligo i classici inglesi), cinefila dalle fasce, patita di musica rock indipendente e con una propensione genetica a tutto ciò che è dolce.

In questo nostro blog infatti, mi occuperò principalmente di dolci leccornie e nel caso specifico di una golosissima torta di mele e amaretti …enjoy it!!!

INGREDIENTI:

  • 250 gr di farina
  • 8 amaretti di Sassello
  • 250 gr di farina
  • 350 gr di zucchero ( 250 gr da utilizzare nell’impasto, la restante parte è per le mele)
  • 100 gr di burro + una noce per ungere lo stampo
  • 1 bicchiere di latte
  • 1 uovo intero
  • 1 tuorlo
  • 1 bustina di lievito
  • 1 bicchierino di Alchermes o altro liquore dolce
  •  zucchero a velo

PREPARAZIONE:

Mettete in una terrina 250 gr di zucchero, un pizzico di sale, l’uovo e il tuorlo e lavorateli molto bene. Sciogliete il lievito nel latte a temperatura ambiente, unitelo alla farina e quindi all’emulsione di uova e zucchero, mescolando in modo da non far formare grumi. Sbucciate le mele, eliminate il torsolo e tagliatele a fettine sottili. Imburrate uno stampo a cerniera di 26 cm di diametro e versatevi una parte del composto, stendetevi uno strato di mele, sbriciolatevi sopra uno o due amaretti e spolverizzate di zucchero (circa 20/25 gr). Ripetete l’operazione e terminate di riempire con uno strato di fettine di mela su cui verrà versato 100 gr di burro fuso e il bicchierino di liquore. Cuocete il dolce in forno preriscaldato a 200° C per circa 60′ e servitelo spolverizzato di zucchero a velo.

Tortameleeamaretto2                        TortaMeleeAmaretto

La torta è stata un successo: Pater, Mater, zia (una delle tante), cognatoM e l’altra Vale l’hanno promossa a pieni voti quindi sarà sicuramente un dolce da ripetere e gustare magari prima di una luuuunga passeggiata per scongiurare gli odiati sensi di colpa…… anche se alla fine come cantano gli Strokes, SI VIVE SOLO UNA VOLTA!  🙂                                                                                                                                                 

Jung Italia

Blog di Psicologia Analitica e Moderna

design outfit

un vestito per la casa

The Blonde Alchemist

"I will never change"

unaeccezione

... avessi più tempo sbaglierei con più calma.

Ostriche

Laboratorio di cucina e altre storie

L'eleganza dell'orca

bianco, nero e sinuoso.

♥L'Estetista Expat♥

Un'estetista tra i mulini

La cucina di Mafalda

In cucina con la Riki

GourmetGabriella

Abbandonarsi ai Piaceri per ritrovare il Benessere

memoriediunavagina

m'hanno detto che essere donna è bello, ma nella prossima vita preferirei rinascere maschio, magro e superdotato

Chetelocucinoafare!

Pappa per tutti

MARITO ALLA PARMIGIANA

Un uomo di casa in Cucina!

Dolcipensieri's Weblog

Il blog di Serena Crivelli

kuricettario

ricette distratte

La dispensa verde

Ritorno agli antichi saperi della cucina

(forse) Si.Può.(ri)Fare!

Vivere da sola in Italia, a 25 anni, con 450 euro al mese e a impatto zero.